Blog
Menu
Wednesday, 04 September 2019 06:39

ViniMilo - Centro di Qualità permanente

Written by

Registrate oltre 25mila presenze a Milo per il primo dei due weekend della Vinimilo, il prossimo è in programma sabato 7 e domenica 8 settembre.

 

testata CS

 

 

Un pubblico trasversale di winelovers – che fotografa etichette “made in Etna” e condivide sui social il momento “di-vino” - ha gremito la piazza e i vicoli dell’antico borgo di montagna dove è allestita l’Isola del Gusto: comitive di giovani, famiglie con bambini e numerosi stranieri in vacanza sull’Etna, attratti dal passaparola della tradizionale festa pre-vendemmia che propone nel “Centro di Qualità permanente” che è Milo – claim della manifestazione ispirato a un verso di una celebre canzone di Battiato - la possibilità di esplorare e conoscere le migliori etichette dell’Etna: al banco degustazione 128 vini fra rossi, rosati, spumanti, bianchi e quel bianco superiore doc (ottenuto da uve carricante) prodotto solo a Milo abbinato ai cartocci di street food della cucina tradizionale siciliana: paranza di pesce, pizze fritte, scacciate con salsiccia, funghi porcini e specialità del territorio tutelate da Slow Food.

 

 

8

 

 

La novità del 2019 è poi l’apertura nella frazione di Fornazzo dell’Ecomuseo del Castagno, contenitore d’arte, laboratori didattici e piccola ristorazione a cura dell’Associazione Trucioli e in collaborazione con Asilat che propone hamburger con carne d’asina o declinati nella versione vegetariana, vegana e senza glutine, per i celiaci. Al piano giardino l’Ecomuseo ospita “Dialoghi nella nebbia”, mostra di land art con opere di alcuni allievi dell’Accademia di Belle Arti di Catania che hanno partecipato a una residenza d’artista con Alfio Bonanno, milese e punto di riferimento di questo linguaggio dell’arte contemporanea legato alla natura che a Milo ha donato due sue opere.

 

VM19 Ecomuseo 4

 

 

 

La mostra è realizzata in collaborazione con la Fondazione Oelle che ha prestato le installazioni. Introdotti dallo storico dell’arte Laura Cavallaro, sono intervenuti la presidente, Ornella Laneri, e il direttore artistico della fondazione, prof. Carmelo Nicosia, e i giovani artisti, Giulia Barbuzza, Gabriella Caselli, Gabriele Catania, Carlo Distefano, Giuseppe Longo, Martina Mavica, Simona Silvestro, Calogero Arcidiacono e Alessandra Castronuovo: gli ultimi due hanno anche realizzato delle installazioni site-specific sul tema della natura nell’area food, al primo piano dell’Ecomuseo. La mostra è visitabile tutti i weekend di settembre sabato 18.30-23; domenica 10-23. E’ possibile fermarsi a pranzo e cena anche durante i due fine settimana della Festa del fungo porcino).

GLI APPUNTAMENTI DELLA 2° SETTIMANA DI VINIMILO

Da martedì 3 settembre, comincia una nuova settimana con degustazioni di vini e, in un caso di formaggi da pascolo, aperti anche al pubblico dei “profani” (per prenotazioni, consultare il sito). Si comincia con “La bottega del pascolo: i formaggi sotto il cielo”. A cura di Giandomenico Negro, un viaggio tra i delicati formaggi erborinati prodotti da animali da pascolo di cinque regioni italiane - e dalle straordinarie proprietà olfattive e gustative - che verranno abbinati ai vini dell’Etna. Sono: Robiola di Capra della Langa Astigiana e Matinè della Langa Astigiana (Piemonte), Il Quarto della Bruna (Campania), Granpascolo e Pecorino di Lodè (Sardegna), Tirolese (Alto Adige), Blu podolico della Daunìa (Puglia).

Mentre mercoledì 4 è in programma l’eccezionale Degustazione degli “Stappati”: oltre cento vini siciliani in degustazione partecipando all’evento della rivista Winesurf, che per la propria guida in pubblicazione, esaminerà “alla cieca” (senza conoscere l’etichetta) circa 120 vini provenienti da tutta la Sicilia. Le bottiglie “stappate” – da qui il titolo dell’evento - saranno messe a disposizione dei visitatori – suddivisi per tipologia e denominazioni - per un viaggio sensoriale tra i migliori Doc siciliani che, dall’Etna, conduce attraverso il Nero d’Avola e il Cerasuolo di Vittoria, fino alla Contea di Sclafani, territorio che include Palermo, Caltanissetta e Agrigento. La giuria è composta dai giornalisti di Winesurf Carlo Macchi e Pasquale Porcelli e dal gastronomo Pippo Privitera.

Giovedì 5, con le cantine Benanti e i giornalisti di Cronache di Gusto, “L’Etna tra i territori dei Grandi Bianchi”, confronto fra terroir etneo ed etichette da Austria, Francia, Alto Adige e Venezia Giulia.

Il 6 e il 7 settembre, doppio format per Volcanic Wines: la sera cena da Barone di Villagrande con cento vini bianchi provenienti da suoli vulcanici di tutta italia abbinati a ricette gourmet regionali. Di scena Soave, Durello, Etna, Vesuvio, Campi Flegrei, Pitigliano, Colli Euganei, Tuscia, Frascati, Orvieto, Gambellara e Pantelleria (prenotazione obbligatoria). L’indomani 7 settembre (Centro Servizi 17.30) degustazione alla cieca con “Etna Versus… Di che vulcano sei?”: 16 etichette di vini vulcanici: 8 da uve carricante dell’Etna e altre 8 da territori italiani di origine vulcanica. A guidare gli assaggi Camillo Privitera, Carlo Zucchetti, Giovanni Ponchia e Claudio Di Maria. Il 6 settembre (ore 16, Centro Servizi), “Etna 10 anni fa”, degustazione orizzontale con l’enologo Salvo Foti (I Vigneri) e Federico Latteri di vini della vendemmia 2009. Per tutti gli altri appuntamenti, consultare il programma su www.vinimilo.it

EVENTI VINIMILO 2019

(3-8ettembre)

 

05/09 “L’Etna tra i territori dei Grandi Bianchi” (ore 19, Centro Servizi). Da un’idea di Antonio Benanti, degustazione guidata da Federico Latteri di etichette italiane e straniere confrontando diversi terroir (Alto Adige, Venezia Giulia, Francia, Austria) con i vini Etna Doc.

06/09 “Etna 10 anni fa” (ore 16, Centro Servizi). Da un’idea di Salvo Foti, degustazione orizzontale di vini della vendemmia 2009 da vitigni autoctoni con Federico Latteri. Prenotazione obbligatoria.

06/09 Meeting direttivo FIPGC (ore 18, Museo Virtuale) Focus professionale del settore pasticceria, con il meeting dei delegati del direttivo nazionale FIPGC, i soci della Sicilia orientale e le autorità di Milo.

06/09 “Volcanic Wines Volcanic Food” (ore 21, Barone di Villagrande). Cento vini bianchi vulcanici provenienti da sei regioni abbinati ai cibi dei singoli territori. Di scena Soave, Durello, Etna, Vesuvio, Campi Flegrei, Pitigliano, Colli Euganei, Tuscia, Frascati, Orvieto, Gambellara e Pantelleria. In collaborazione con Volcanic Wines. Prenotazione obbligatoria.

07/09 “La Collazione del vendemmiatore” (ore 10.30 azienda “A Massara”). I piatti della tradizione della vendemmia sull’Etna.

07/09 “Etna Versus… di che vulcano sei?” (ore 17.30 Centro Servizi). A cura dell’Ais Sicilia e Volcanic Wines. Degustazione alla cieca che vedrà sottoporre agli ospiti 16 etichette di vini vulcanici: 8 da uve carricante dell’Etna e altre 8 territori di origine vulcanica da altre regioni italiane. A guidare gli assaggi saranno Camillo Privitera, Carlo Zucchetti, Giovanni Ponchia e Claudio Di Maria.

07/09 “L’isola del Gusto” (ore 18.30/24.00 Piazza Belvedere e dintorni). Apertura spazio espositivo con decine di proposte gastronomiche dello street food ed eccellenze agroalimentari (fra cui i presidi Slow Food) da esplorare sorseggiando calici (di vetro) di vino dell’Etna: 170 etichette per 35 cantine dell’Etna (65 rossi, 55 bianchi, 30 rosati e 20 spumanti). Sullo sfondo musica live. Spazio alla narrativa con l’Enoteca Letteraria e gli incontri a cura di Paolo Sessa e in collaborazione con NaxosLegge; mentre per i bambini laboratori di manipolazione del legno di castagno (Ecomuseo).

07/09 e 08/09 “Art & Wine Experience” (Eco Museo del Castagno: 07/09 ore 19.30; 01/09 ore 12.30 e 19.30): degustazioni sensoriali fra arte, cibo e vino a cura dell’associazione Trucioli

07/09 “Etna e Riesling: molta distanza, tante similitudini” (ore 21, Centro Servizi): viaggio sensoriale fra due grandi vini a cura di Fisar Catania.

07/09 “Enoteca Letteraria (Largo dei Mille, ore 20.30) “Una finestra su Milo: il tempo, gli uomini, le cose”, un racconto di Irene Giuffrida; alle 21 si presenta il libro “In vino fabula”, omaggio a Mario Soldati a cura di Rino Bianchi; alle 22, concerto;

08/09 “L’isola del Gusto” (ore 10.30/24.00, Piazza Belvedere e dintorni). Prosegue dal mattino fino a mezzanotte la proposta di street food ed eccellenze agroalimentari siciliane (fra cui i presidi Slow Food) da esplorare sorseggiando calici (di vetro) di vino dell’Etna: 170 etichette per 35 cantine dell’Etna (65 rossi, 55 bianchi, 30 rosati e 20 spumanti). Sullo sfondo musica live. Spazio alla narrativa con l’Enoteca Letteraria (al Largo dei Mille) e gli incontri a cura di Paolo Sessa e in collaborazione con NaxosLegge; mentre per i bambini laboratori di manipolazione del legno di castagno (Ecomuseo).

08/09 “Squisito” (ore 20, Museo Virtuale). A cura di Slow Food, i salumi artigianali (salume di capra e prosciutto cotto) di Giardina (Canicattì) e i vini dell’Etna (Planeta).

08/09 Enoteca Letteraria (Largo dei Mille, ore 20.30) presentazione del libro “Gli eroi bevono vino”, di Laura Pepe che ne parlerà con l’archeologo Massimo Cultraro. Coordinano l’incontro Fulvia Toscano (direttore artistico NaxosLegge) e Andrea Cerra (assessore alla cultura del Comune di Linguaglossa). Conclude la serata il concerto del duo Giuliani.

Last modified on Wednesday, 04 September 2019 06:52